Omicidio di Dumitru Ioan Zoltan: arrestati tre romeni a Sesto San Giovanni

L'uomo era stato trovato morto il 3 novembre scorso nei pressi di una vecchia fornace di via Milano.

Sparano-sui-carabinieri-Barletta

Si chiama Ioan Fodor (42 anni) l'uomo che secondo i carabinieri avrebbe ucciso lo scorso novembre Dumitru Ioan Zoltan (42 anni) in una vecchia fornace di Sesto San Giovanni oggi diventata un rifugio di senzatetto. I militari sono arrivati all'arresto basandosi su testimonianze che hanno aiutato a capire chi fosse presente nella fornace la notte prima dell'omicidio.

Oltre a Fodor, sono state arrestate altre due persone: Josif Kovacs (34 anni), gestiva il racket del dormitorio clandestino, e Lita Mihai (25 anni). Tutte le persone coinvolte in questa storia sono di nazionalità rumena. L'elemento decisivo è stato il ritrovamento su una bottiglia di un'impronta digitale di Ioan Fodor, lasciata vicino al cadavere.

Al termine dell'interrogatorio i tre arrestati sono crollati e hanno deciso di raccontare come si sono svolte le cose: i quattro si sono ritrovati assieme nella ex Fornace e hanno iniziato a bere. L'alcool, però, ha riportato a galla una vecchia storia, risalente a quanto il presunto assassino aveva ospitato la vittima in Romania, a casa sua, salvo poi venire a scoprire che stava allacciando una relazione con sua moglie.

La lite che è esplosa, e a cui hanno preso parte anche gli altri due, è poi degenerata in un pestaggio selvaggio, che ha lasciato Zoltan in agonia. Al suo risveglio, Fodor l'ha finito strangolandolo, chiedendo poi l'aiuto degli altri due per far sparire il corpo.

  • shares
  • Mail