Catania, 27 arresti nel clan dei Cursoti Milanesi

Il clan era attivo nel traffico di droga e di armi nell’area di corso Indipendenza a Catania.

Il clan dei Cursoti Milanesi era dato per defunto, o comunque indebolito dopo l’exploit degli anni ’80-’90, ma almeno dal 2006 era tornato in attività limitandosi allo spaccio di droga e al traffico di armi a Catania, in particolare nel rione di San Berillo Nuovo.

Oggi, al termine di una lunga e complessa attività investigativa, 27 di persone legate a vario titolo a quella frangia dei Cursoti, ora attiva solo nel Catanese, sono state arrestate dalla Direzione Distrettuale Antimafia su ordine del Gip di Catania.

Gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere di stampo mafioso, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, tentato omicidio e reati in materia di armi, tutti reati aggravati dalla modalità mafiosa.

Le indagini, sfociate oggi in questa operazione, sono partite dalle dichiarazioni di alcuni pentiti di mafia, dichiarazioni che hanno anche permesso di fare luce sull’attentato a Orazio Pardo avvenuto nel l’ottobre 2009.

Quell’agguato, secondo quanto ricostruito, contribuì alla frattura tra la cosca Cappello, di cui Pardo era considerato affiliato, e i Cursoti milanesi capeggiati da Rosario Pitera, da tempo in carcere.

Policemen open a door leading a room use

(nel video l'operazione condotta nei confronti del clan dei Cursoti Milanesi nel 2013)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail