Trasportava illegalmente clandestini, il Fisco lo tassa

Il Fisco ha deciso di recuperare sul compenso di 25 mila euro di un titolare di una ditta di autonoleggio di Rapallo

Svolgeva attività di trasporto di immigrati senza permesso di soggiorno dall'Italia all'estero. Motivo per cui il Fisco ha deciso di tassarlo sugli eventuali benefici economici di cui ha goduto.

La vicenda arriva da Genova: nel 2014 una ditta di autonoleggio di Rapallo era stata scoperta nella sua attività illecita e il titolare era stato arrestato per una serie di trasporti di clandestini effettuati dall'Italia alla Germania tra maggio e luglio 2013, per un totale di una ventina di uomini. Il traffico avveniva passando per l'Austria.

Ora la Guardia di Finanza - su segnalazione della Corte di Appello di Genova -  in seguito ad alcuni accertamenti fiscali sulla ditta dell'indagato, ha deciso di tassare l'uomo sui guadagni ottenuti dal trasporto illegale. I finanzieri hanno infatti esaminato dal punto di vista fiscale le risultanze delle indagini svolte, ricostruendo i vari compensi percepiti dall'uomo che nel 2013 era stato colpito da un mandato di arresto europeo emesso dall'autorità giudiziaria tedesca.

Dagli accertamenti è emerso che il compenso ottenuto dall'uomo per il favoreggiamento all’immigrazione clandestina si aggira intorno ai 25 mila euro: su questa cifra sono scattate le procedure di recupero della corrispondente evasione fiscale.

Guardia di finanza MArsala

 

  • shares
  • +1
  • Mail