Mentana, pensionato ucciso in casa: i tre arrestati hanno confessato

Un ex medico di 72 anni è stato trovato cadavere nel bagno con il volto tumefatto e segni di percosse. I tre presunti responsabili sono stati arrestati.

22.10 - I tre giovani arrestati nella notte per l’omicidio di Lucio Giacomoni hanno ammesso le proprie responsabilità e sono ora accusati di rapina e omicidio.

25 gennaio 2015 - I tre presunti autori dell’omicidio di Lucio Giacomoni sono stati arrestati questa notte dai carabinieri della Capitale. Si tratta di tre cittadini romeni di età compresa tra i 24 e i 26 anni.

E’ il Quotidiano Del Lazio a scrivere questa mattina che gli inquirenti hanno rinvenuto in casa di uno dei tre giovani parte degli oggetti rubati in casa dell’anziano massacrato di botte. Il giovane avrebbe poi fatto il nome dei due complici, raccontando di essersi introdotto nella villetta di Giacomini in via della Mattonata perchè convinto che l’uomo conservasse in casa un’ingente somma di denaro.

Il movente sarebbe da ricercare, come ipotizzato fin dai primi istanti, in una rapina finita male. I tre giovani, due dei quali senza precedenti, sarebbero stati sorpresi da Giacomini dopo essersi introdotti in casa sua.

I 20 mila euro di cui erano venuta a conoscenza non c’erano, così dopo aver ucciso il 71enne si sono portati via quello che hanno potuto: un iPhone, un tablet e circa due mila euro in contanti, oltre all’automobile di Giacomini.

Mentana: pensionato trovato morto in casa, ipotesi omicidio

Aggiornamento 14.12. La vittima, Lucio Giacomoni, di 71 anni, medico in pensione, era molto nota a Mentana, anche perché aveva ricoperto in passato la carica di assessore comunale oltre a essersi candidato a sindaco. L'uomo sarebbe stato percosso fino a ucciderlo, il cadavere è stato scoperto nella notte dai carabinieri. La pista della rapina degenerata in omicidio non è l'unica seguita dagli investigatori: da casa del medico sarebbe sparito qualcosa, ma le indagini per ora si muovono su più fronti, senza che ci sia ancora una direzione che ne escluda altre.

Giallo a Mentana, alle porte di Roma, dove un medico in pensione è stato trovato morto in casa stamattina. Sul corpo della vittima ci sarebbero segni di percosse, in base ai rilievi medico-legali fin qui eseguiti non si esclude dunque la morte violenta.

L'uomo - secondo una primissima ipotesi degli investigatori - potrebbe essere stato ucciso durante una tentata rapina compiuta presso la sua abitazione. Il pensionato, di 72 anni, è stato trovato cadavere nel bagno di casa con segni di percosse su diverse parti del corpo.

La vittima viveva da sola in via Mattonata di Mentana in una villetta isolata. A trovare il corpo senza vita del pensionato sono stati i carabinieri chiamati da un conoscente del medico che non riusciva a mettersi in contatto con lui.

Secondo il medico legale le ferite riscontrate sul cadavere potrebbero essere riconducibili a un'aggressione, in particolare sul volto sarebbero presenti tumefazioni. Sul possibile omicidio indagano i carabinieri della compagnia di Monterotondo e del nucleo investigativo del gruppo di Ostia.

(in aggiornamento)

omicidio medico mentana

  • shares
  • +1
  • Mail