Camorra, 30 arresti nel napoletano per usura e tentativo di estorsione

Custodia cautelare in carcere notificata a 30 persone a Casoria, dopo un blitz dei carabinieri.

Italian Carabinieri check people in the

I carabinieri della compagnia di Casoria, guidati dal capitano Pierangelo Iannicca, hanno eseguito un blitz all'alba di questa mattina con la quale hanno notificato la custodia cautelare in carcere per 30 persone, sette delle quali già in stato di fermo. La richiesta è partita dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Le indagini, partite tre anni fa, hanno documentato decine di casi di prestiti con tassi da usurai e vari tentativi di estorsione a imprenditori, commercianti e artigiani della zona.

Le accuse sono quelle di associazione per delinquere finalizzata all'usura ed all'estorsione, aggravate dalle finalità mafiose. Le persone fermate sono sospettate di essere affiliate al clan camorristico Moccia che ha la sua zona di influenza proprio nei comuni di Casoria e Afragola, le attività criminali contestate sono riconducibili a quelle del sodalizio camorristico. L'operazione dei carabinieri è partita alle prime luci dell'alba di questa mattina in molti comuni della provincia di Napoli, ma anche a Prato e a Scalea, in provincia di Cosenza.

Articolo in aggiornamento.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail