Montesilvano, suicidio in stazione: 48enne si fa travolgere dal treno

Il suicidio è avvenuto intorno alle 19, l'uomo si è sdraiato su un binario poco distante dalla stazione di Montesilvano.

Si è sdraiato sui binari facendosi travolgere dal treno in corsa. È accaduto nella serata di ieri Montesilvano, nel pescarese, dove uomo di 48 anni è deceduto dopo essere finito sotto il treno Freccia bianca FB9815 che da Milano andava Lecce.

Secondo la ricostruzione dei fatti della Polfer l'uomo si sarebbe steso sui binari, a poca distanza dalla stazione ferroviaria di Montesilvano, il macchinista alla guida del treno lo ha visto ma pur avendo frenato non è riuscito a fermare il convoglio evitando di investirlo.

Tutto è avvenuto pochi minuti prima delle 19, la circolazione ferroviaria è rimasta poi bloccata per una buona mezz'ora e ripristinata su un unico binario in direzione Ancona in senso unico alternato verso le 19:30. L'uomo che si è suicidato abitava nei pressi della stazione.

Sul treno viaggiavano circa 200 persone. Pronto ma inutile per il 48enne l'intervento dei sanitari del 118. Le indagini sulla dinamica del tragico gesto e su cosa lo avrebbe scatenato sono condotte dalla polizia ferroviaria. Questo è il secondo suicidio sotto i binari di un treno che avviene nel giro di 10 giorni.

L'otto gennaio scorso a San Donà di Piave (Venezia) un ragazzo di 22 anni che soffriva di crisi depressive è morto dopo essersi sdraiato sui binari della stazione ferroviaria.

Mercoledì scorso invece tragedia evitata per poco sempre a Montesilvano dove un pensionato di Pescara malato di alzheimer è stato solo sfiorato da un treno regionale senza riportare conseguenze.

suicidio stazione montesilvano

  • shares
  • +1
  • Mail