Scomparsa Salvatore Deiana: caso riaperto, ipotesi omicidio

Si cerca il corpo di Salvatore Deiana nei boschi tra Olgiate Comasco e Appiano Gentile. Anche il fratello Antonio è sparito. Ucciso pure lui?

Sono state riaperte le indagini sulla scomparsa di Salvatore Deiana, sparito nel nulla l'otto marzo del 2009 da Villa Guardia, in provincia di Como. L'uomo, che all'epoca aveva 30 anni, quella sera uscì di casa lasciando portafoglio e cellulare e dicendo che aveva un appuntamento senza fare però più ritorno.

Ora squadra mobile di Como ha ripreso le ricerche con i cani molecolari nei boschi tra Olgiate Comasco e Appiano Gentile, lì sarebbe sepolto il corpo di Deiana che secondo gli inquirenti potrebbe essere stato ucciso in un regolamento di conti maturato nell'ambito della malavita locale.

La procura di Como ha riaperto l'inchiesta dopo sei anni sulla base di elementi nuovi scaturiti da un'altra indagine eseguita negli ultimi mesi dai pm comaschi su un gruppo ritenuto legato alla ‘ndrangheta, accusato pure dell’omicidio di Ernesto Albanese, ucciso a giugno 2014 e seppellito in un giardino a Guanzate. Per quel delitto sono già stati arrestati in cinque.

Se, come e quanto le sorti di Deiana fossero legate alle attività illecite di questa banda non è dato ancora sapere, ma chi indaga avrebbe collegato i tasselli mancanti del puzzle, ricostruendo le ultime ore di vita di Deiana e stabilendo anche l’area in cui sarebbe stato occultato il cadavere.

Anche Antonio Deiana, il fratello minore di Salvatore, è scomparso, tre anni dopo, a luglio 2012. Anche lui uscito di casa è mai più tornato. Gli investigatori temono che possa essere stato ucciso come lo stretto congiunto o perché lo cercava attivamente o perché non parlasse di qualcosa che non avrebbe dovuto sapere.

Fratelli Deiana scomparso Como

  • shares
  • +1
  • Mail