Benevento, omicidio di Aurora Marino: il killer ha confessato

L'uomo avrebbe ammesso le proprie responsabilità nel corso di un lungo interrogatorio.

E’ arrivata poche ore dopo il suo arresto la confessione di Damiano De Michele, 35enne residente a Morcone, in provincia di Benevento. L’uomo, bloccato ieri sera, avrebbe ammesso di essere l’autore dell’omicidio di Marina Aurora, trovata cadavere ieri mattina nella sua abitazione di Morcone.

Il corpo è stato trovato avvolto in una coperta nell’appartamento della donna nel centro storico del Paese. I primi rilievi del medico legale avevano confermato che la donna, agente assicurativo molto noto a Morcone, era stata uccisa qualche giorno prima con una trentina di coltellate.

L’uomo, subito dopo il delitto, avrebbe avvolto il cadavere in una coperta - forse per liberarsene in un momento successivo - e avrebbe bruciato i propri indumenti insanguinati nel tentativo di disfarsi di ogni prova.

De Michele, arrestato ieri, nella notte avrebbe confessato. E’ Il Foglio a ricostruire un possibile movente:

secondo le testimonianze raccolte dai carabinieri del comando provinciale di Benevento, aveva una relazione con la donna. Sposato e separato lui, che aveva pero' un'altra relazione stabile con una 30enne dalla quale aspetta un figlio. E gli inquirenti sono convinti che il movente del delitto potrebbe essere cercato nella gelosia di lei, forse stanca di incontri clandestini nell'appartamento dove Aurora Marino e' stata trovata morta.

Gli interrogatori delle persone vicine a De Michele, a cominciare dalla moglie, sono ancora in corso.

Omicidio suicidio massa lombarda

  • shares
  • +1
  • Mail