Settimo Torinese: 26enne trovata morta con un coltello nel petto, ipotesi suicidio

La donna soffriva di depressione.

Si indaga sulla ragazza di 26 anni trovata cadavere ieri con un coltello nel petto in un appartamento Settimo Torinese (To).

L'ipotesi suicidio al momento è la più accreditata presso gli investigatori, sull'uscio di casa non sono stati rilevati sono segni di effrazione, la porta era chiusa dall'interno a chiave.

La giovane, una ragazza di origine greca madre di un bimbo, stando alle prime informazioni raccolte dai carabinieri soffriva di crisi depressive. L'allarme è scattato perché la donna non è andata a scuola a prendere il figlio.

A trovare il corpo senza vita è stato il cognato della vittima che ieri sera si era recato presso l'abitazione della donna preoccupato dal fatto che la 26enne non fosse andata a prendere il figlio a scuola. Il cognato, chiamato dagli insegnanti del bambino, ha suonato invano il campanello, la porta era chiusa a chiave a così si è introdotto in casa da una finestra.

Entrato nell'appartamento l'uomo è si è trovato davanti il cadavere della donna, steso a terra in cucina, in un lago di di sangue, con un coltellaccio conficcato nel petto. Immediata la richiesta di soccorsi ma il personale sanitario ha potuto solo constatare il decesso.

La donna non riusciva a trovare lavoro e questo avrebbe aggravato il suo stato di disagio, quando non c'era il marito, la suocera cercava di starle vicino il più possibile, la notte precedente pare avesse dormito a casa sua.

Le indagini proseguono, non escludendo del tutto allo stato altre possibili piste, gli uomini della scientifica stamattina hanno eseguito gli ultimi rilievi nell'alloggio in cui sarebbe avvenuto il suicidio.

Suicidio greca settimo torinese

  • shares
  • +1
  • Mail