Ospedale San Camillo: la Procura indaga sull'interruzione dell'ossigeno

Il dg dell'ospedale romano: "Non posso credere al sabotaggio"

ospedale-san-camillo-roma

Lunedì sera, all'ospedale San Camillo di Roma, si è verificato un blocco nell'erogazione dell'ossigeno. Il fatto avrebbe potuto provocare conseguenze nefaste, ma fortunatamente per i pazienti non ci sono stati problemi. Ora carabinieri e procura hanno aperto un fascicolo, e nessuna ipotesi è esclusa: dalla manomissione involontaria, al sabotaggio, al guasto.

Sul caso è intervenuto anche il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti. Quest'ultimo, come riportato da Adnkronos, ha dichiarato: "Poteva essere una tragedia. Se non è stato così è solo grazie all’abnegazione del personale medico e dell’assistenza tecnico amministrativa del San Camillo, che voglio ancora ringraziare".

All'ipotesi del sabotaggio si rifiuta di credere il direttore generale dell'ospedale, Antonio D'Urso. "Mi auguro - ha detto - che l'autorità giudiziaria faccia chiarezza ed escluda l'ipotesi dolosa [...] Il personale è legato all'Azienda San Camillo e lavora per la tutela dei malati: non posso credere che si possa ricorrere per protesta a un atto del genere".

Intorno alle 19 di lunedì, si sono vissuti attimi di panico presso il padiglione Giovanni Maria Lancisi. Di colpo la respirazione artificiale, che permette la sopravvivenza dei malati, ha smesso di funzionare. Tuttavia, il personale ci tiene a evidenziare la prontezza con sui si è arginata l'emergenza. "Le colleghe non sono tornate a casa e hanno fatto avanti e indietro fino a mezzanotte con le bombole", ha dichiarato un medico di neurologia.

A confermare la grande disponibilità e celerità del personale, secondo quanto riportato da Repubblica, sono stati i familiari dei pazienti in terapia intensiva. A tale proposito, la signora Anna, ha dichiarato: "Ci hanno mandato fuori tutti in un secondo e hanno risolto in un baleno. Sono stati bravissimi [...] Quello che voglio dire è che il problema qui non è il personale, ma la carenza di manutenzione".

  • shares
  • +1
  • Mail