Bergamo: a 75 anni coltivava marijuana nel giardino di casa

Coppia coltivava marijuana nel giardino di casa, a Bergamo, e in un capannone di Curno la lavorava. Arrestati dalla polizia.

Ispirato dal film "L'erba di Grace", un ex camionista aveva deciso di coltivare marijuana nel giardino di casa. Con la complicità di sua moglie. I due avevano messo in piedi un vero e proprio business, in provincia di Bergamo, e utilizzavano un capannone per l'attività illecita. A scoprirli gli agenti della Squadra mobile di Bergamo, a Curno: l'uomo - 75 anni - e la consorte - 48 - sono stati naturalmente arrestati.

Ai poliziotti hanno raccontato di aver preso spunto dalla pellicola del 2000, diretta da Nigel Cole. Nel film, una vedova benestante, ma lasciata dal marito con tanti debiti, si metteva per l'appunto a coltivare droga, da rivendere poi sul mercato londinese per soddisfare i creditori. Il capannone, a Curno, era stato preso in affitto: all'interno era stata allestita una grow-room, isolata e a umidità controllata, con illuminazione intensiva. Si potevano coltivare 205 piante di cannabis alte 1,5 metri. C'era poi un essiccatoio equipaggiato e funzionante.

Durante la perquisizione, sono stati trovati 200 grammi di infiorescenze di marijuana già essiccate. Nell'abitazione di Bergamo, i coniugi avevano altri 5,5 chilogrammi di droga, un'incubatrice al neon che illuminavano e dove riscaldavano altre 486 piantine di cannabis, appena germogliate e pronte per il trapianto nel vaso.

Il business 'fiorente' è stato bloccato dalla polizia. Ora resta da capire da quanto tempo i due coniugi avessero intrapreso la carriera di imprenditori. Quali ricavi fossero riusciti già a ottenere e chi fossero le persone che si rifornivano - all'ingrosso - da loro. Nessuno, in zona, immaginava che quella coppia mite potesse avere una tale mente criminale.

Cannabis in giardino

  • shares
  • +1
  • Mail