Carte di credito clonate: arresti in Sardegna

Da questa mattina in corso un'operazione contro la clonazione di carte di credito. Arresti e perquisizioni in tutta la Sardegna, ma anche nella penisola e all'estero.

Grazie alla clonazione delle carte di credito, avevano organizzato truffe in giro per l'Italia. I carabinieri del Reparto territoriale di Olbia, dall'alba di oggi stanno eseguendo diverse ordinanze di custodia cautelare e perquisizioni in Sardegna, ma anche sul territorio nazionale e all'estero. Le persone arrestate e ricercate appartengono al medesimo gruppo criminale.

Nella primavera scorsa, sempre in Sardegna era stata bloccata la truffa messa in piedi da due persone che clonavano le carte di credito Postepay. Prima di essere denunciati, i due responsabili - di Matera - erano riusciti a entrare in possesso di ben 23 carte e di appropriarsi indebitamente di 13 mila euro. A quanto pare, i dati venivano sottratti attraverso il cosiddetto phishing, ossia l'invio di email truffaldine.

E proprio nella giornata di oggi, la Polizia postale ha reso noti i dati del 2014, piuttosto inquietanti: oltre 200 persone, infatti, sono state denunciate per minacce, molestie, furto d'identità online, detenzione e diffusione di materiale pedo pornografico, phising o truffe su internet. Quasi 1.500 le denunce ricevute e circa un migliaia i siti della rete monitorati.

Il bilancio dell'attività svolta lo scorso anno in Sardegna dalla Polizia postale conferma che il web è sempre più fonte di truffe e di altri reati. Crescono i crimini informatici, le truffe connesse all'e-commerce o l'utilizzo di social network a scopi criminosi. Due persone sono state arrestate per truffe effettuate attraverso il web.

Carte di credito

  • shares
  • +1
  • Mail