Saluzzo: uomo armato si barrica in casa, poi si arrende

Un pregiudicato di origini albanesi si barrica, armato, nella sua casa di Manta, nel Cuneese: dopo una trattativa, i carabinieri riescono a farlo arrendere.

Carabinieri Saluzzo

Un pregiudicato di origini albanesi si è barricato all'interno della propria abitazione a Manta, in provincia di Cuneo. Armato di pistola, ha minacciato alcuni passanti. Sul posto sono arrivati polizia, carabinieri e vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza l'area, all'altezza della strada regionale per Cuneo. Pochi minuti dopo, l'uomo si è arreso.

L'uomo si sarebbe rifugiato in casa dopo essere stato notato dai carabinieri in strada con la pistola. Dal balcone, aveva urlato di avere con sé molto esplosivo, minacciando di far saltare in aria l'intero palazzo. Sono stati i militari, dopo una trattativa, a convincere l'albanese a lasciar perdere. Nel frattempo, l'intero edificio era stato evacuato.

In casa dell'uomo, i carabinieri hanno trovato una pistola. L'albanese è stato portato in caserma dove, con tutta probabilità, scatteranno le manette. Già noto alle forze dell'ordine, la sua protesta di oggi parrebbe legata proprio ai precedenti procedimenti penali: l'uomo avrebbe infatti urlato di essere innocente. La strada davanti al palazzo è stata riaperta e le famiglie evacuate stanno tornando nelle rispettive case.

La situazione sta tornando alla normalità. Sono stati riattivati anche gas ed energia elettrica, temporaneamente sospesi durante le trattative. Visto ciò che sta succedendo nella vicina Francia, inizialmente si era temuto che qualcuno volesse emulare i terroristi che si sono asserragliati con alcuni ostaggi a Parigi. Fortunatamente, questo era il caso isolato di una persona con problemi.

  • shares
  • +1
  • Mail