Napoli: ferito nipote del boss Elia

Gambizzato a Napoli Michele Elia, nipote del boss di Pallonetto Santa Lucia.

Agguato nel centro di Napoli ai danni di >Michele Elia, 27 anni, nipote del boss dell'omonimo clan, molto attivo nella zona del Pallonetto di Santa Lucia. Il 27enne è stato ferito la notte scorsa in piazza Trieste e Trento e si è presentato poco dopo al pronto soccorso dell'ospedale dei Pellegrini. Non è in condizioni gravi. Michele Elia era già noto alle forze di polizia. Indagano i carabinieri.

Si tratta del primo agguato di camorra del 2015. Il nipote del boss sarebbe rimasto ferito alla gamba da un colpo d'arma da fuoco. Ha riferito di essere stato aggredito da uno sconosciuto. I carabinieri, che si sono recati sul post per i rilievi del caso, hanno già raccolto le testimonianze di quanti, nella zona, potrebbero aver visto dettagli significativi per le indagini.

Il capo del clan camorristico del Pallonetto di Santa Lucia, Michele Elia, il mese scorso è stato trasferito in carcere. Si trovava agli arresti domiciliari. Soprannominato "Michele dei Tribunali", deve scontare una pena di sei anni di detenzione. L'aggravamento della pena ha comportato la sospensione del beneficio dei domiciliari, che inizialmente gli erano stati concessi.

Il cosiddetto Pallonetto di Napoli è una zona popolare della città che divide piazza Plebiscito dal borgo marinaro di Santa Lucia. Una zona comandata dal clan degli Elia, che si fa rispettare con metodi sbrigativi e che per questo motivo è in guerra con le altre famiglie della città.

Agguato nipote boss

  • shares
  • +1
  • Mail