Yara Gambirasio, risarcimento da 9 mila euro per Mohamed Fikri

Lo Stato Italiano dovrà risarcire Mohamed Fikri, ingiustamente arrestato e accusato di essere il killer di Yara Gambirasio, con 9 mila euro.

9 mila euro. E’ questo il risarcimento che oggi la Corte d’Assise d’Appello di Brescia ha stabilito nei confronti di Mohamed Fikri, il giovane marocchino finito in manette nel dicembre 2010 perchè sospettato di essere l’assassino di Yara Gambirasio.

Per il giovane, operaio nel cantiere di Mapello in cui nei giorni successivi alla scomparsa della giovane furono rinvenute tracce di Yara, quello fu l’inizio di un vero e proprio incubo. Da una frase male interpretata dai traduttori si scatenò il putiferio e, seppur per una manciata di ore, lui fu additato come il mostro coinvolto nella sparizione - il corpo di Yara non era stato ancora ritrovato - della 13enne.

Fikri fu rilasciato dopo tre giorni di detenzione, ma rimase invischiato nell’inchiesta per oltre 3 anni, unico indagato per permettere agli inquirenti di lasciare aperte le indagini e continuare a cercare il vero killer, tra migliaia di prelievi di DNA e analisi di alberi genealogici.

La sua posizione fu definitivamente archiviata nell’agosto dello scorso anno e la richiesta di risarcimento era partita subito dopo. Oggi la decisione della Corte d’Appello di Brescia: lo Stato italiano dovrà versare a Mohamed Fikri 9 mila euro a titolo di risarcimento.

L’incubo, per il giovane marocchino, è ufficialmente terminato.

mohammed_fikri

  • shares
  • +1
  • Mail