Piacenza: non accetta la separazione, martellate alla moglie in tribunale

Prima dell'udienza per separarsi. L'aggressione è avvenuta davanti a diversi testimoni.

Ha preso la moglie a martellate nei corridoi della sezione civile del tribunale di Piacenza dove la coppia si trovava per dare corso a una separazione consensuale.

Ma subito dopo l'udienza al primo piano del palazzo di giustizia piacentino l'uomo, un 50enne italiano, lungo un corridoio del tribunale ha tirato fuori il martello cominciando a colpire ripetutamente la donna, una marocchina di 30 anni. Se avesse portato da casa l'utensile con l'idea di usarlo contro la moglie non è ancora chiaro.

L'uomo è stato poi bloccato da dipendenti del tribunale e da alcuni avvocati che avevano assistito alla scena e che con il loro intervento hanno evitato conseguenze peggiori per la donna.

Poi l'arrivo dei carabinieri che hanno fermato l'aggressore il quale, secondo i primi accertamenti, non riusciva ad accettare di essere stato lasciato. La posizione dell'uomo è ora al vaglio del magistrato.

La vittima, ferita alla testa, è stata prontamente soccorsa e ricoverata in ospedale, le sue condizioni sono serie, ma non sarebbe in pericolo di vita. La donna è sempre rimasta cosciente ed è tenuta sotto osservazione dal personale sanitario.

(Nel video in alto: uccide la moglie a martellate a Segni, Roma - marzo 2014)

tribunale piacenza

  • shares
  • +1
  • Mail