Sant'Angelo d'Alife: 70enne uccide vicino di casa con una fucilata

Dietro il delitto ci sarebbero una lite nata per questioni di, cattivo, vicinato

Omicidio nel tardo pomeriggio di ieri a Sant'Angelo d'Alife, in provincia di Caserta, dove un uomo ha ucciso con una fucilata alla gola un vicino di casa dopo una lite.

Scattato l'allarme, sul posto, in località Petraro Turchia, sono giunti i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Piedimonte Matese e di Alife che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della vittima, Giuseppe Giugno, 53 anni, del luogo.

L'uomo è stato raggiunto da un solo colpo di fucile, che sarebbe stato esploso dal presunto assassino Giuseppe Santopaolo, 71enne pregiudicato, finito in manette con l'accusa di omicidio.


Secondo le indagini condotte dai militari dell'Arma, il delitto sarebbe avvenuto al culmine di un violento diverbio scoppiato tra Giugno e Santopaolo, per questioni di vicinato: Giugno sarebbe passato con il suo trattore su un terreno di proprietà del vicino, che perciò sarebbe andato in escandescenza imbracciando il fucile.

Sul posto, anche i carabinieri del nucleo investigativo di Caserta che hanno eseguito i rilievi tecnici. L'arma con cui è stato ucciso il 53enne non sarebbe ancora stato trovata.

Nel frattempo Santopaolo è stato tradotto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, in attesa dell'interrogatorio di garanzia davanti al magistrato. Dopo il delitto l'uomo era fuggito in auto ma è stato rintracciato e tratto in arresto poco prima della mezzanotte.

omicidio caserta

  • shares
  • Mail