Quarto Grado ultima puntata 23 maggio 2014

La strage di Santhià, la scomparsa di Elena Ceste e di Roberta Ragusa, e l'omicidio di Daniela Sabotig al centro dell'ultimo appuntamento di stagione di Quarto Grado su Rete4.


Quarto Grado: Riccardo Viti, il maniaco di Firenze, scrive una lettera alla madre della vittima


0523235216DVB-TRete4

Riccardo Viti, il maniaco di Firenze che ha causato la morte della giovane prostituta romena Andrea Cristina Zamfir, ha scritto una lettera di scuse alla madre della vittima. Il suo legale, in collegamento video, si chiede se il suo assistito non potesse essere fermato prima di quella tragica notte.

Quarto Grado: Chiara Poggi e il mistero della bici nera da donna


0523233653DVB-TRete4

Franca Bermani è la vicina di casa Poggi che la mattina dell'omicidio di Chiara ha visto una bici da donna nera appoggiata al muro della casa. È importante stabilire a chi appartiene quella bici: è forse quella della mamma di Alberto Stasi? La bici degli Stasi non è mai stata sequestrata.

0523233704DVB-TRete4

Quella bici, il 14 maggio, è arrivata in aula alla Corte di Assise di appello di Milano, per capire se possa essere davvero quella vista dalla vicina e da un'altra testimone. La cosa che colpisce è che quella bici ha un portapacchi posteriore, proprio come quella vista dalla Bermani. Il maresciallo dei carabinieri che seguì le indagini, Marchetto, dichiarò in aula di non aver mai sequestrato la bici nera degli Stasi perché non aveva il portapacchi. A questo punto le cose sono due: o Marchetto ha mentito o la bici degli Stasi del 2007 non corrisponde a quella di ora.

Quarto Grado: Melania Rea, chi è il misterioso telefonista?


0523232217DVB-TRete4

Continuano le ricerche del misterioso telefonista che ha chiamato per comunicare il luogo in cui si trovava il corpo di Melania Rea. Ci sono ancora molte incertezze sul dialetto usato dall'uomo, anche se la zona di Teramo sembra quella più probabile.

Quarto Grado: Daniela Sabotig è stata uccisa?


0523230133DVB-TRete4

Daniela Sabotig non è morta a seguito di un incidente stradale, come Ivan Zucchelli, il compagno, vuole far credere. L'ipotesi degli inquirenti, suffragata anche dalle perizie, è che ad ucciderla sia stato l'uomo, simulando un incidente stradale per intascare anche l'assicurazione sulla vita di cui era beneficiario. Secondo i periti della parte civile l'auto sarebbe stata fatta scivolare giù dal dirupo a una velocità talmente bassa tanto che non si è aperto nemmeno l'airbag. L'uomo è ora a processo per omicidio.

Quarto Grado: Roberta Ragusa, Antonio Logli indagato anche per distruzione di cadavere


0523223754DVB-TRete4

Antonio Logli non è indagato solo per omicidio, ma anche per distruzione di cadavere. Intanto ci si chiede se l'uomo abbia utilizzato la sua auto per portare via il corpo di Roberta Ragusa, ma la macchina, analizzata solo un anno dopo, non aveva ormai più alcuna traccia.

0523224507DVB-TRete4

Gli inquirenti ritengono un ulteriore elemento indiziario a carico di Logli il fatto che ora conviva in Via Ulisse Dini, casa che condivideva con Roberta, con Sara, la sua amante.

Quarto Grado: Roberto Straccia non è morto annegato


0523222129DVB-TRete4

Secondo il medico legale della famiglia, Roberto Straccia non sarebbe morto annegato. Sono ancora tanti i dubbi sulla morte del giovane a Pescara, avvenuta il 14 dicembre 2011. Per gli inquirenti si tratta di una morte accidentale o di un suicidio, ma i genitori di Roberto non ci credono e chiedono che venga riaperto il caso. In particolare chiedono che venga analizzata la sabbia trovata nelle tasche del ragazzo, dopo il rinvenimento del cadavere.

0523222457DVB-TRete4

Il padre di Roberto, in diretta da Pescara, conferma di avere dei sospetti su qualche amico del figlio che si è contraddetto parlando di quel giorno.

Quarto Grado: Elena Ceste, chi è il consolatore?


0523214617DVB-TRete4

Dopo la rivelazione della settimana scorsa, sulla lettera anonima arrivata agli inquirenti che indagano sulla scomparsa di Elena Ceste a firma Il consolatore, sono tantissime le segnalazioni arrivate sia a Quarto Grado che ai carabinieri. Tra queste, c'è anche chi ha sottolineato come recentemente sul canale Top Crime sia andata in onda una puntata della serie tv Criminal Intent intitolata proprio Il consolatore. Chi ha scritto quella lettera si è ispirato a quell'episodio o sa realmente qualcosa?

0523214828DVB-TRete4

La novità è quella di un secondo computer nella disponibilità di Elena al vaglio degli inquirenti, dal quale potrebbero arrivare dettagli importanti alle indagini.

Quarto Grado: la strage di Santhià


0523212325DVB-TRete4

Sono ancora tutti increduli a Santhià per la confessione choc di Lorenzo Manavella. Il ragazzo dice che al momento del delitto era imbottito di cocaina, ma pare avesse anche fumato crack. Il padre del ragazzo ha mandato una lettera a Ilaria Cavo in cui spiega di non voler abbandonare Lorenzo, anche perché - insieme al resto della famiglia - vuole capire cosa sia successo:

«Vi lascio queste poche parole, perché non ho la forza di presentarmi in pubblico, lo ritengo irrispettoso per ciò che è accaduto. Credo che possiate comprendere il mio immenso e straziante dolore per la morte dei miei cari. I sentimenti si accavallano con il passare dei giorni. Ripenso alla mia famiglia, a ciò che non ci siamo detti perché pensavamo di avere la possibilità di farlo nei giorni a venire, ma così non è stato: “Papà ricordati di spegnere l’irrigazione”, gli avrei detto. A mia madre avrei dato un abbraccio, così a mia sorella. Non potrò più farlo ma devo trovare la forza di andare avanti, anche grazie alle persone che mi stanno vicino, che non abbandonano me, mia moglie e Donatella, la mamma di Lorenzo. Un grazie che non è scontato e retorico alle forze dell’ordine e agli inquirenti per tutto quello che hanno fatto e che stanno facendo, e per un sentimento di umanità sorprendente. Così come tutti loro non abbandonano noi, noi non abbandoniamo Lorenzo. Vogliamo e dobbiamo capire cosa è accaduto, perché è accaduto e gli inquirenti potranno aiutarci. Lorenzo va aiutato e chi lo ama e lo ha amato lo aiuterà».

Gianluca Manavella spiega inoltre come dal giorno della strage, lo scorso 16 maggio, è stata sconvolta la sua vita e quella della sua famiglia: «Ovviamente ho sperato fino all’ultimo che l’epilogo fosse differente ma quando ho saputo che mio figlio si era costituito ho pensato: “È vivo, e spiegherà”. In questo momento gli stiamo vicini in maniera pratica, cercando di fargli avere in carcere tutto ciò che gli occorre, soprattutto gli alimenti di cui ha assoluta necessità a causa della sua celiachia».

«Ci sarà un giorno in cui il nostro sostegno sarà diverso e lui ci aiuterà a capire per accettare», conclude Manavella. «Prima del nostro perdono è necessario che sia Lorenzo a perdonare se stesso».

0523213224DVB-TRete4

Una perizia psichiatrica dovrà fare chiarezza su quanto accaduto nella mente del ragazzo. Le ultime verifiche dei Ris confermano che nella casa, a parte Lorenzo, non c'era nessun altro, proprio come lui ha raccontato. Ha quindi agito da solo.

Quarto Grado puntata 23 maggio 2014 - anticipazioni


alessandra-viero-gianluigi-nuzzo-quarto-grado-620x350

La strage di Santhià apre l’ultimo appuntamento stagionale con Quarto Grado su Rete4, questa sera alle 21.15 circa. Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero, dopo aver dato in diretta l’annuncio del ritrovamento di Lorenzo Manavella, il venticinquenne colpevole del triplice omicidio familiare, approfondiscono le ragioni di un tale efferato gesto.

A seguire, la trasmissione torna ad accendere i riflettori sulla scomparsa di Elena Ceste: della donna si sono le perse le tracce dallo scorso 24 gennaio. Chi si nasconde dietro il cosiddetto “consolatore”? Gli inquirenti hanno ritenuto interessante una lettera anonima, in cui un uomo afferma che la verità sia da ricercare nei versetti del Vangelo.

Infine, la vicenda di Roberta Ragusa e aggiornamenti sul delitto di Daniela Sabotig: per la morte della farmacista di Udine, apparentemente causata da un incidente stradale, il trentino Ivan Zucchelli accusato di omicidio volontario sarà processato con rito abbreviato.

Va segnalato che, anche se si tratta dell'ultima puntata di stagione su Rete4, dal prossimo 6 giugno Quarto Grado passa su Canale 5 per quattro nuovi appuntamenti, come segnalato dai nostri colleghi di Tvblog.

update 23 maggio

La trasmissione che andrà in onda su Canale 5 a partire dal 6 giugno, per 4 venerdì, non si chiamerà Quarto Grado ma Segreti e delitti. A condurla, ovviamente, Nuzzi e Viero. Su Tvblog trovate tutti i dettagli.

L'appuntamento è per questa sera alle 21.15 su Rete 4 e in liveblogging su Crimeblog.

Quarto Grado puntata 23 maggio 2014

  • shares
  • Mail