UnipolSai: indagati l'ad Carlo Cimbri e tre manager

Per aggiotaggio: le indagini e i nomi dei dirigenti sotto inchiesta.

    AGGIORNAMENTO 18:28. Unipol, controllante di UnipolSai poco fa ha diffuso un comunicato in merito all'inchiesta auspicando che le indagini si concludano in tempi brevi e che le stesse: "confermeranno l'assoluta correttezza e trasparenza dell'operato del Gruppo Unipol e dei propri rappresentanti".

Bufera in UnipolSai. Le Fiamme gialle stamattina hanno fatto visita agli uffici del gruppo assicurativo, con perquisizioni nella sede di Bologna relative a presunti illeciti nell'operazione di fusione avvenuta tra Unipol Assicurazioni, Premafin Finanziaria, Milano Assicurazioni e Fondiaria Spa che ha dato appunto vita al colosso UnipolSai.

Nell’ambito dell’inchiesta il ceo del gruppo assicurativo Carlo Cimbri è stato iscritto nel registro degli indagati per aggiotaggio. Della stessa accusa devono rispondere altri tre manager di UnipolSai. Secondo gli inquirenti l'operazione di fusione sarebbe stata viziata da erronei concambi legati al valore reale di titoli strutturati in pancia a Unipol, calcoli che quindi hanno influito sul valore effettivo delle azioni emesse da Unipol.

Per aggiotaggio si intende il reato commesso da un soggetto allo scopo di turbare il mercato interno dei valori o delle merci, ad esempio attraverso la divulgazione di notizie notizie false, oppure esagerate o tendenziose, o che usa artifizi per provocare un aumento o una diminuzione del prezzo dei valori ammessi nelle listini della borsa o negoziabili nel pubblico mercato.

Gli altri indagati sono Roberto Giay, ex amministratore delegato di Premafin Finanziaria, Fabio Cerchiai, ex presidente del cda di Milano Assicurazioni, e Vanes Galanti, già presidente del consiglio di amministrazione di Unipol Assicurazioni.

UnipolSai è nata a fine 2013 con una fusione per incorporazione di Unipol Assicurazioni, Milano Assicurazioni e Premafin in Fondiaria-Sai (Fonsai), con efficacia dal 6 gennaio 2014 e con il cambio di denominazione di Fonsai in UnipolSai che oggi è il maggior gruppo assicurativo italiano nel ramo danni.

A Piazza Affari dopo la notizia dell'inchiesta, il titolo di UnipolSai è passato in asta di volatilità per rientrare poi nelle normali contrattazioni perdendo il 5,6%.


Schermata 05-2456800 alle 15.03.26

  • shares
  • Mail