Roma: postino beccato con quintali di lettere mai consegnate

Quasi un migliaio le lettere mai consegnate dal postino infedele, alcune risalenti al 2012.

Non aveva molta voglia di fare il suo lavoro, il postino in servizio presso l’ufficio postale di Roma Ostiense scoperto la scorsa notte dai carabinieri con un furgone pieno di missive non recapitate, quintali di lettere.

L'uomo, un romano di 42 anni, è stato denunciato a piede libero con l’accusa di peculato, violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza.

Il postino è stato beccato a un normale posto di blocco dei militari in piazza di Porta Maggiore, all'angolo di via Statilia: era alla guida di un furgone di sua proprietà. I carabinieri, probabilmente insospettiti dall'atteggiamento dell'uomo, hanno eseguito un controllo trovando nel vano del mezzo una marea di lettere, quasi un migliaio.

Come mai tutta quella corrispondenza postale non consegnata? E come mai si trovava nel furgone privato dell'uomo? Nonostante l'ora tarda il postino, a quel punto davvero agitato, ha provato a spiegare che si trattava di posta arretrata che stava appunto provvedendo a recapitare.

I carabinieri di Piazza Dante hanno quindi controllato meglio la corrispondenza trovando lettere risalenti addirittura al 2012 che l'uomo non aveva mai consegnato. In tutto nel furgone c'erano 836 plichi tra posta ordinaria e raccomandate, oltre a qualcosa come mille quotidiani e duemila riviste in abbonamento.

Tutta la corrispondenza è stata portata stamattina al direttore dell’ufficio postale che così è venuto a conoscenza della denuncia scattata per il suo postino.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: