Veneto, rapine a banche e centri commerciali: sgominata la nuova Mala del Brenta

La banda era composta da vecchi membri della Mala Del Brenta, che avevano deciso di riorganizzare questa nuovo sodalizio criminale proprio come la storica organizzazione criminale fondata nel anni ’60 dal boss Felice Maniero.

E’ di 16 persone finite in manette il bilancio dell’importante operazione condotta dalle prime ore di oggi contro un violento gruppo criminale con più di un collegamento con la Mala Del Brenta, l’organizzazione criminale veneta attiva tra gli anni ’70 e ’90 tra Veneto, Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia.

Oltre 150 agenti sono impegnati da ore per dare esecuzione alle 16 ordinanze di custodia cautelare e compiere le perquisizioni collegate agli arresti col supporto di artificieri, unità cinofile antiesplosivo e di un elicottero del Reparto Volo di Milano.

I 16 indagati sono stati arrestati, mentre tra i beni sequestrati ci sarebbe anche un vero e proprio arsenale: 4 kalashnikov, 1 fucile mitragliatore, una pistola semiautomatica Glok, una pistola semiautomatica Beretta, caricatori a mezza luna ed un migliaio di cartucce, pettorine della guardia di finanza, palette delle forze dell'ordine e lampeggianti blu.

Il materiale, ne sono convinti gli inquirenti, sono stati utilizzati in decine di colpi messi a segno in tutta la provincia di Venezia, del Nord-Est del Paese e della Toscana: rapine a mano armata a banche, laboratori orafi e centri commerciali.

La banda era composta da vecchi membri della Mala Del Brenta, che avevano deciso di riorganizzare questa nuovo sodalizio criminale proprio come la storica organizzazione criminale fondata nel anni ’60 dal boss Felice Maniero.

rapina-supermercato-palermo

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail