Catanzaro: finti incidenti stradali, arresti per truffa alle assicurazioni

Blitz della Gdf. Sequestrati beni per 2 milioni di euro. 156 le persone denunciate.

Sono 17 gli arresti, di cui 6 in carcere, eseguiti questa mattina in Calabria a carico di altrettanti soggetti accusati di aver truffato agenzie di assicurazione per più di 5 milioni di euro denunciando falsi incidenti stradali.

Le indagini e gli arresti, tra cui quelli di due avvocati del foro di Catanzaro, sono stati eseguiti dalla Guardia di finanza che ha denunciato in tutto 156 persone. Durante il blitz i militari delle Fiamme gialle hanno anche sequestrato beni per oltre 2 milioni di euro.

Vittime della truffa sui simulati sinistri stradali oltre alle assicurazioni, anche il fondo di garanzia delle vittime della strada, per raggiri che sarebbero andati avanti dal 2009 ed il 2012. Ora gli arrestati dovranno difendersi dall'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla truffa.

La maggior parte delle persone denunciate avrebbe ottenuto gli illegittimi indennizzi sulla base dei finti incidenti versando una parte del denaro ricevuto agli organizzatori della truffa, secondo uno schema visto e rivisto in questo genere di truffe. In carcere sono finiti gli avvocati Giampiero e Antonio Bressi, e ancora Raul Mellea, Vitaliano Mirarchi, Fabrizio Nicoletta e Rosario Murica.

Arresti domiciliari per il medico Giulio Cosco, per Francesco Giglio (carrozziere), Angelo Barone, Bruno Candeloro, Enzo Guido, Serafino Guido, Antonio Nicoletta, Emanuele Nicoletta, Vittorio Nicoletta, Fabio Parrubello e Luigi Scalzo. Per Maurizio Anastasi, Risa Mazza, Alessandro e Filomena Nicoletta è scattato invece l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

Truffa alle assicurazioni Catanzaro

© Foto TMNews - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail