Pio Albergo Trivulzio Milano: chiusa l'inchiesta per truffa, 15 indagati

L'ospizio divenuto un po' il simbolo di Tangentopoli è di nuovo al centro della cronache. Presunta truffa da 2 milioni di euro.

La Guardia di finanza di Milano sta terminando in queste ore di notificare i 15 avvisi di chiusura delle indagini per truffa aggravata, libertà degli incanti e abuso d'ufficio sugli affitti e le dismissioni delle case del Pio Albergo Trivulzio, lo storico ospizio per anziani meneghino, tornato in prima pagina ma già ben noto alle cronache come luogo in cui fu individuata, nel febbraio del 1992, la prima tangente di quella che venne poi definita la stagione di Mani pulite.

All'epoca la mazzetta venne presa da Mario Chiesa, presidente del Pio Albergo Trivulzio, prima di finire in manette. La nuova inchiesta è stata coordinata dai magistrati Alfredo Robledo, Maurizio Romanelli ed Eugenio Fusco.

Secondo quanto spiega il comando provinciale della Gdf sono state accertate:

condotte fraudolente dei funzionari dell'ente idonee a turbare le procedure di dismissione di alcuni immobili di pregio, siti nelle zone centrali di Milano, e intenzionalmente dirette a favorire gli interessi degli acquirenti, con un danno per l'ente pubblico quantificato in circa 2 mln di euro.

Tra i nomi dei soggetti coinvolti nell'inchiesta compaiono l'ex presidente del Trivulzio Emilio Trabucchi e dell'ex assessore regionale lombardo alla casa, Domenico Zambetti, già in manette nell'ambito delle indagini sulle infiltrazioni della 'ndrangheta in Lombardia.

Il tutto mentre il governo si affanna a dire che gli arresti della settimana scorsa per l'Expo 2015 non rappresentano una nuova tangentopoli.

Giovedì sono stati arrestati tra gli altri il general manager dell'evento, e ancora Primo Greganti (compagno G) e Gianstefano Frigerio, gli ultimi due già protagonisti di Mani pulite. Come si vede, seppur con le dovute differenze (questa volta i partiti politici non sono chiamati in causa) e fatta salva la presunzione d'innocenza, in Italia sembra che tutto cambi per non cambiare nulla.

Schermata 05-2456790 alle 15.28.23

  • shares
  • Mail