Trieste, tratta di esseri umani: 10 arresti

Il punto di raccolta e partenza era la Turchia, la destinazione finale degli immigrati afghani e pakistani era il Nord Europa.

Sono in tutto 10 le persone arrestate stamattina a Trieste con l'accusa di fare parte di un'organizzazione criminale che gestiva una tratta di esseri umani facendo pagare fino diecimila dollari per un viaggio da clandestini su navi o su tir che dalla Turchia arrivano in Italia e nel Nord Europa.

Durante le indagini, durate un anno e mezzo, gli investigatori hanno scoperto che il punto di partenza degli immigrati era la Turchia, per una destinazione finale che spesso era la Germania.

Sarebbero stati circa cento i clandestini fatti entrare illegalmente in Europa, soprattutto afghani e pakistani, che partivano dalla Grecia con le navi oppure percorrevano la rotta balcanica nascosti in camion e furgoni con cui arrivavano a Trieste.

Da capoluogo del Trentino gli immigrati venivano poi trasferiti verso l'Austria facendoli passare dagli ex valichi confinari di Tarvisio (Udine) e del Brennero (Bolzano) in modo da farli arrivare in Germania, appunto la meta finale.

Alle indagini che hanno permesso l'operazione odierna hanno collaborato la polizia croata, austriaca tedesca e slovena. Al blitz hanno preso parte anche gli agenti delle squadre mobili di Udine, Bergamo, Brescia e Napoli.

Truffa a Immigrati L'Aquila

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail