Chiara Rizzo Matacena: ecco chi è

Un profilo della moglie dell'ex deputato latitante coinvolta nella vicenda che ha portato all'arresto di Scajola.

Chiara Rizzo Matacena, 43 anni, messinese, regina della bella vita monegasca dove viene soprannominata "coppa di champagne", è finita suo malgrado direttamente dalla bella vita sulla Costa Azzurra a una cella della gendarmeria francese. Ma qual era il suo ruolo? Con l'inchiesta ancora in corso non è facile definire con esattezza i compiti della moglie dell'ex deputato di Forza Italia Amedeo, latitante a Dubai dopo una condanna definitiva e in attesa di estradizione; quello che invece si sa è come oggi l'accusa sia quella di essere volata dal marito a Dubai per portare avanti una trattativa per far trasferire il marito in Libano (da dove è praticamente impossibile ottenere l'estradizione). Per la precisione, la Dia di Reggio Calabria contesta alla donna di aver favorito l'inosservanza della condanna del marito a cinque anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa allo stesso Matacena e di aver tentato di occultare le sue ricchezze per impedirne il sequestro.

Il marito, o l'ex marito Matacena? Per capire meglio questa controversia bisogna partire dalle accuse di "associazione per delinquere segreta collegata alla 'ndrangheta" che hanno colpito Amedeo Matacena, Claudio Scajola, Chiara Rizzo, Maria Grazia Fiordelisi, la madre di Matacena Raffaella De Carolis, il factotum Martino Politi, la segretaria di Scajola Roberta Sacco, il ragioniere Antonio Chillemi e Vincenzo Speziali, che avrebbe dovuto occuparsi del trasferimento di Matacena in Libano. Tutte operazioni da farsi anche attraverso l'occultamento delle "reali disponibilità della famiglia Matacena", e quindi attraverso fusioni di società per schermare "gli effettivi titolari e, quindi, i reali beneficiari degli utili prodotti dalle società che, alla luce delle indagini in corso, sono da individuarsi in Amedeo Matacena e nei suoi prossimi congiunti”.

Ed è proprio in questo ambito che nasce, secondo gli inquirenti, la separazione tra Matacena e Chiara Rizzo. La cosa è provata da una telefonata tra la donna e la ex moglie del fratello di Matacena, che si congratula con lei per la separazione. "Chiara, mostrandosi esterrefatta rispetto al fatto che tale informazione sia in possesso della sua interlocutrice, replica prontamente precisando che, in effetti, ‘non si tratta di una separazione”. Al telefono con Martino Politi, anche lui arrestato, dice: Tu lo sai per quali motivi… al telefono, a lei cosa dovevo dire… ma poi non hanno capito della gravità se questa cosa si sa in giro!?".

Una separazione finta? Così è secondo gli investigatori, tanto che oggi i due sembrano ancora essere molto legati tra loro, come dimostrerebbe la "notte di abbracci e lacrime" vissuta nel monolocale di Dubai prima che lady Matacena tornasse in Italia, via Francia, e venisse arrestata appena sbarcata a Nizza. Chiara Rizzo è anche madre di due figli, il secondo dei quali avuto proprio da Matacena, che teme si trovano senza padre e senza madre: Francesca di 20 anni e Athos di 14, figlia di seconde nozze. Nozze che peraltro furono da sogno, all'altezza delle ambizioni della coppia: matrimonio sul Nilo a bordo di una nave che ormeggia davanti a Luxor, dove i suoi dicono il "sì, lo voglio".

Sposata a un deputato e con amicizie importanti. Tra cui ovviamente quella con Claudio Scajola, di cui addirittura - secondo l'accusa - usava gli uomini della scorta come servizio taxi per Chiara Rizzo e con cui saliva in aereo con destinazione ambasciata libanese (secondo l'accusa per perorare il trasferimento a Beirut del marito), salvo decidere di scendere all'ultimo minuto, lasciando l'ex ministro di stucco. Ex modella, moglie del deputato latitante, vita mondana nel jet set monegasco e troppi lati oscuri. Adesso lei vuole "chiarire tutto" e per questo stava spontaneamente rientrando in Italia, ma la sensazione è che la bella vita sia finita.

matacena

  • shares
  • Mail