Lecce, agguato in strada: grave il pregiudicato Massimo Caroppo

Le condizioni di Caroppo sono parse gravi fin dai primi istanti.

comiso spara al fratello


Agguato in strada a Lecce, poco dopo le 20 di ieri in via Fiorito, nella zona di San Ligorio, alla periferia della città, dove il 46enne Massimo Caroppo, il “re dell’usura” secondo quanto scrive la stampa salentina, è stato raggiunto da alcuni colpi di pistola esplosi da ignoti.

L’uomo, secondo l’ultima ricostruzione dei militari, è stato avvicinato da qualcuno che non ha esitato a sparagli contro raggiungendolo al volo e a un braccio. E’ stato lo stesso Caroppo a lanciare l’allarme chiedendo aiuto a un villetta sita in prossimità del luogo dell’agguato.

Le condizioni di Caroppo sono parse gravi fin dai primi istanti: è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove si trova ricoverato in prognosi riservata.

L’agguato è ancora avvolto dal mistero, ma non si esclude che il movente possa essere collegato al passato della vittima e alle sue attività criminali. L’uomo era stato arrestato nel 2011 per attività finanziaria abusiva, usura ed estorsione continuata, con l'aggravante del metodo mafioso: insieme ai due fratelli aveva concesso finanziamenti a sei imprenditori chiedendo un tasso di interesse di oltre il 120% annuo.

Le indagini proseguono.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail