Palermo, ergastolano albanese evade calandosi con le lenzuola

Valentin Frokkaj è evaso dal carcere Pagliarelli, è condannato per omicidio, rapina ed estorsione.

Nel pomeriggio di oggi, mercoledì 7 maggio 2014, un ergastolano, Valentin Frokkaj, detenuto nel carcere Pagliarelli di Palermo, è evaso proprio come nei film, quelli di una volta, le commediole in cui non c'è bisogno di chissà quale grande piano strategico ma basta calarsi da un muro di cinta con una fune ottenuta annodando le lenzuola.

Ebbene è proprio così che il 36enne albanese, condannato per omicidio, estorsione e rapina, è riuscito a scappare dal carcere palermitano. E non è neanche la prima volta, perché a febbraio del 2013 era riuscito a fuggire anche dal carcere di Parma, ma era stato ripreso dopo poco. Al Pagliarelli è arrivato due mesi fa, ma evidentemente non si trovava per niente bene…

Per riuscire a evadere Valentin Frokkaj ha segato le sbarre della cella, poi ha oltrepassto delle recinzioni interne, ha scavalcato un'inferriata che si affaccia su viale Regione Siciliana e si è perso nel nulla.

Sulle sue tracce c'è la polizia che lo sta cercando con un elicottero e in più l'unità cinofila della Questura che si serve dei cani molecolari. Sulle lenzuola che ha usato per scappare sono state trovate tracce di sangue.

Valentin Frokkaj ha ucciso un suo connazionale nel 2007 a Brescia dopo una lite per strada, in più aveva altri precedenti per estorsione e rapina. Anche il compagno di cella che aveva a Parma e che era evaso con lui era riuscito a scappare già un'altra volta, nel 2009.

Il sindacato di polizia penitenziaria ha reagito alla notizia dicendo che nel Pagliarelli di Palermo ci sono troppi pochi uomini, solo 150 poliziotti per 1.200 detenuti e dunque il posto di sentinella era scoperto.

Valentin Frokkaj - Evaso dal carcere Pagliarelli di Palermo

  • shares
  • Mail