Ostia: due arresti per estorsione

In manette anche "Romoletto" Spada, presunto boss della malavita locale.

Sono due gli arresti per estorsione effettuati questa mattina a Ostia dalla polizia a carico di Emiliano Belletti, di 41 anni, e Carmine Spada, di 47, entrambi con precedenti penali.

La famiglia Spada secondo gli investigatori è contigua ad ambienti criminali anche capitolini e il suo elemento di spicco sarebbe proprio Carmine, detto Romoletto.

Secondo le indagini l'uomo si occuperebbe di gestire il racket delle estorsioni a Ostia e dintorni, con tanti di legami con il gruppo di stampo mafioso dei Fasciani.

L'arresto di Belletti e Spada è avvenuto il primo maggio ad opera della Squadra mobile di Ostia, che oggi diffonde i dettagli del blitz, dopo un servizio di osservazione e pedinamento nei pressi di un'attività commerciale finita nel mirino delle richieste di pizzo del clan Spada.

Belletti in particolare è stato trovato con 2mila euro in tasca, il provento dell'estorsione secondo chi indaga. Spada invece è stato fermato poco dopo in via Stiepovich di Ostia fuori da una sala giochi.

Sabato il gip di Roma su richiesta della procura distrettuale antimafia ha emesso nei confronti degli arrestati la misura di custodia cautelare in carcere per l'accusa di estorsione aggravata dalle modalità mafiose.

(Nel video: denuncia irregolarità istituzionali a Ostia, minacciata da boss Spada - agosto 2013)

arresti Ostia estorsioni

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail