Pisa, eroina all'ombra della Torre: arrestati sposini spacciatori

Lo stupefacente se messo sul mercato e venduto al dettaglio avrebbe prodotto guadagni illeciti per circa 500mila euro.

Due sposini sono stati arrestati dai carabinieri a Pisa con l'accusa di aver messo in piedi e gestito un laboratorio per confezionare eroina all'ombra della famosa torre pendente.

I carabinieri stamattina hanno stretto le manette ai polsi di un cittadino romeno e della consorte albanese, sequestrando una cinquantina di chili di eroina e sostanza da taglio.

Lo stupefacente se messo sul mercato e venduto al dettaglio avrebbe prodotto guadagni illeciti per circa 500mila euro secondo gli investigatori.

I carabinieri durante il blitz nell'appartamento-laboratorio del centro cittadino hanno trovato la droga nascosta in un'intercapedine del bagno con di fianco contanti per 22.000 euro.

Insieme alla coppia sono stati arrestati un tunisino e un italiano che giusto qualche minuto prima avevano comprato una grossa partita di eroina. Nella "fabbrichetta" della droga c'era poi tutto l'attrezzatura e il materiale utili per il confezionamento, tra cui presse, nastro adesivo e involucri di plastica.


(Nel video in alto: polizia interrompe catena dello spaccio - Pisa, maggio 2013)

FRANCE-DRUG-INQUIRY
© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail