Omicidio Silverio Usai in Ogliastra: ricercato si costituisce

Aldo Doa, ex muratore 58enne, era latitante dal 16 aprile scorso.

L'uomo accusato dell’omicidio di Silverio Usai, il 30enne ucciso il 12 aprile scorso nelle campagne di Tortolì, in Ogliastra, si è costituito nella tarda serata di ieri.

Aldo Doa, 58 anni, si è presentato in questura verso le 23.00 con il suo legale, l’avvocato Marcello Caddori del foro di Lanusei, per poi consegnarsi direttamente nella mani del capo della squadra mobile di Nuoro Fabrizio Mustaro.

Doa era ricercato dallo scorso 16 aprile quando dopo tre giorni di indagini il gip del tribunale di Lanusei aveva accolto la richiesta di ordinanza di custodia cautelare avanzata dalla locale procura.

L’uomo si trova adesso nel carcere di Badu e Carros (Nuoro) accusato di omicidio volontario commesso per futili motivi. Usai secondo gli inquirenti sarebbe stato ucciso al culmine di una lite causata da uno sconfinamento di pascolo del suo cavallo.

Contro l'uomo il presunto omicida ha esploso un colpo di pistola alla testa prima di rendersi irreperibile. Fino alla scorsa notte, quando braccato da ormai 2 settimane dalle ricerche della polizia di Tortolì e della squadra mobile di Nuoro ha deciso di costituirsi.

(Nel video di Tv7 in alto: "Giuseppe Muscau - Storia di un latitante sardo")

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail