Roma: spacciavano droga nel loro bar, padre e figlio arrestati

Quel bar all'Eur era sempre molto affollato: un via vai di ragazzi che ha insospettito gli investigatori. Bar chiuso e licenza sospesa per 3 mesi.

Tra un caffè e l'altro distribuivano dosi di droga ai clienti. Due gestori egiziani di un bar romano, padre e figlio, sono stati arrestati questa mattina: hashish e marijuana in confezioni da asporto.

Le indagini e gli arresti sono opera degli agenti di polizia del commissariato Esposizione, all'Eur. Padre e figlio gestivano questo bar di via dei Giordani, il giovane è stato beccato in flagranza di reato mentre stava cedendo delle dosi di marijuana a due ragazzi.

I poliziotti lo hanno perquisito trovandogli 7 grammi di hashish nelle calze. A quel punto è sembrato necessario controllare il locale: sotto il bancone dentro a una busta di plastica c'erano altri 60 grammi circa di droga, già suddivisa in dosi e pronta per la vendita al dettaglio.

Il padre del ragazzo invece si è fatto trovare nella tasca della giacca un bilancino di precisione. La polizia ha sequestrato circa 1.000 euro, somma ritenuta provento dell'attività di spaccio.

Dal bar gli agenti sono passati a perquisire le abitazioni dei due arrestati trovando ancora stupefacente dello stesso tipo, 5.100 euro, un altro bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

Padre e figlio dovranno ora rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, mentre il bar è stato chiuso su decreto emesso dalla questura con la sospensione della licenza per 90 giorni.

(Nel video: spaccio di droga al Pigneto, due arresti - Roma, novembre 2013)

Coffee Shops In Amsterdam Remain Open To Tourists

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail